Lo Strego

logo_square

Brano: L’Astronauta
Artista: Lo Strego
Sezione: Inediti

“…di notte si appollaiano gli streghi, si mettono lì sopra ad aspettare gli uomini, neri come i corvi. Se ti dovessero domandare per chi è la notte? Rispondigli per te, per me, per tutti quelli che camminano nella notte; solo così ti lasciano passare, solo così non diventi uno di loro.”
Mario Ferraguti, Dove il vento si ferma a mangiare le pere

Lo Strego è un personaggio della tradizione popolare italiana; il ricordo di una cultura pagana dello scorso secolo, di esseri magici che vivono nel buio della notte, dove la luce del fuoco o di una candela non può illuminare. Un personaggio che viveva nei racconti della povera gente, in quella paura superata dal progresso che ha illuminato il buio con l’elettricità, che ha trasformato antiche paure in storie per bambini, che guarda al passato con il sorriso di chi lo strego non è più disposto a vederlo.

Oggi “Lo Strego” è l’occhio giudice di una cultura ormai perduta, la critica ad un mondo che ci ha resi schiavi della tecnologia, del denaro, della popolarità tanto da privarci della nostra stessa dignità. Il risultato è un espressione musicale che unisce l’esuberanza e la teatralità dell’arte barocca a storie di vita contemporanee raccontate attraverso l’utilizzo di personaggi come stereotipi di attitudini e contraddizioni del ventunesimo secolo.

Posted in Artisti in Gara 2016, Categoria Inediti and tagged , , , , .

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *